milano

“Aiuto, papà sta picchiando la mamma”. Bambino di 10 anni telefona ai carabinieri e lo fa arrestare

“aiuto,-papa-sta-picchiando-la-mamma”.-bambino-di-10-anni-telefona-ai-carabinieri-e-lo-fa-arrestare
Spread the love

L’uomo di Zafferana Etnea (Catania), che la sera dei fatti era ubriaco, era già stato denunciato nel maggio 2019. Condotto agli arresti domiciliari in un’altra abitazione, dovrà rispondere di maltrattamenti familiari

| 1 Febbraio 2021

“Aiuto, papà sta picchiando la mamma”. Queste le parole pronunciate al telefono da un bambino di 10 anni di Zafferana Etnea, in provincia di Catania, hanno permesso ai Carabinieri a intervenire in tempo. Quella chiamata al 112, effettuata intorno alla mezzanotte di sabato 31 gennaio, ha salvato la donna da conseguenze ben peggiori dovute alle botte del marito ubriaco.

L’uomo, 38 anni, ha lasciato l’abitazione prima dell’arrivo delle forze dell’ordine. I Carabinieri, intervenuti immediatamente sul posto, hanno trovato la vittima delle percosse insieme al bambino. Sul pavimento sono stati ritrovati frammenti di vetro. All’arrivo del 118, la donna 45enne presentava ecchimosi sul volto e tumefazioni al torace e alla clavicola destra.

L’uomo, rintracciato ancora ubriaco nelle vicinanze, è stato arrestato e si trova attualmente agli arresti domiciliari in un’abitazione diversa da quella familiare.

Oggi in Edicola – Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento
abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro,
svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi
di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi,
interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico.
La pubblicità, in un periodo in cui l’economia è ferma, offre dei ricavi limitati.
Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci.
Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana,
fondamentale per il nostro lavoro.


Diventate utenti sostenitori cliccando qui.


Grazie
Peter Gomez

GRAZIE PER AVER GIÀ LETTO XX ARTICOLI QUESTO MESE.

Ora però siamo noi ad aver bisogno di te.
Perché il nostro lavoro ha un costo.
Noi siamo orgogliosi di poter offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti ogni giorno.
Ma la pubblicità, in un periodo in cui l’economia è ferma, offre ricavi limitati.
Non in linea con il boom accessi a ilfattoquotidiano.it.
Per questo ti chiedo di sostenerci, con un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana.
Una piccola somma ma fondamentale per il nostro lavoro. Dacci una mano!

Diventa utente sostenitore!


Con riconoscenza
Peter Gomez


ilFattoquotidiano.it

Articolo Precedente

Il piano “lumaca” della Lombardia per il vaccino agli over 80: sarà l’ultima Regione a partire. Pd-M5s: “Non c’è programmazione”

next


0 commenti su ““Aiuto, papà sta picchiando la mamma”. Bambino di 10 anni telefona ai carabinieri e lo fa arrestare

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: