attualità

RECOVERY FUND: IL REGOLAMENTO CHE TRASFORMA IL FONDO IN UN NUOVO MES

recovery-fund:-il-regolamento-che-trasforma-il-fondo-in-un-nuovo-mes
Spread the love
RECOVERY FUND: IL REGOLAMENTO CHE TRASFORMA IL FONDO IN UN NUOVO MES

Per uno strano scherzo del destino il Recovery Fund, che era stato dipinto da Conte come un traguardo storico raggiunto, potrebbe rappresentare la pietra tombale dell’attuale Governo italiano.

Il Recovery Fund come ultimo atto del Governo Conte?

Secondo le ultime indiscrezioni infatti le tensioni all’interno della maggioranza hanno superato la soglia critica e il voto del Parlamento italiano sull’approvazione del Recovery Fund potrebbe essere l’ultimo atto da Primo Ministro per Giuseppe Conte. Una crisi innescata dalla natura controversa di questo piano europeo di ripresa e resilienza.

Perché chi toccherà gli oltre 200 miliardi promessi dalla Commissione europea si ritroverà conseguentemente costretto a trascinare il Paese in acque burrascose. Un segnale in questo senso è arrivato proprio dal piano sulla gestione del Recovery Fund, approvato recentemente dal Parlamento europeo.

Il piano di gestione: una trappola di austerità

E questo piano mette nero su bianco quelle che sono le rigidissime condizionalità a cui saranno sottoposti i Paesi che accederanno ai fondi europei. In particolare i soldi che arriveranno da Bruxelles saranno vincolati al rispetto del Patto di stabilità e crescita e cioè i Paesi che vi accederanno non dovranno avere un rapporto del deficit pubblico su PIL superiore al 3% e avere un rapporto del debito pubblico su PIL pari o inferiore al 60%.

Si tratta di numeri da fantascienza per l’Italia e per molti altri Paesi dell’Unione europea. In Italia il rapporto deficit PIL ha superato l’11% nel 2020, mentre il rapporto debito pubblico su PIL ha sfiorato il 160%. E quindi in caso di mancato rispetto di questi parametri cosa succederà?

Il Recovery Fund: una partita di raggiro sulle spalle degli italiani

La Commissione europea bloccherà i fondi del Recovery Fund destinati al Paese che si troverà in violazione. Oltre al danno la beffa quindi, perché gli Stati che non riceveranno il Recovery Fund dovranno comunque contribuire all’aumento del bilancio europeo previsto proprio per finanziare questo fondo. In sostanza ci si potrà ritrovare nella paradossale situazione di aver finanziato un fondo senza averne poi ricevuto nemmeno un centesimo, una sorta di assicurazione a fondo perduto che non prevede però nessuna copertura o premio.

Il Recovery Fund mostra così la sua reale essenza che risulta essere molto simile a quella del MES, il Meccanismo Europeo di Stabilità, come confermato anche dallo stesso Presidente della Commissione Finanze della Camera Luigi Marattin, che in un tweet ha così scritto:

Oggi al Parlamento Europeo si vota il regolamento che specifica che i fondi europei verranno tolti se il paese non rispetterà la più forte condizionalita’ macroeconomica: rispetto delle regole fiscali Ue. Sono i fondi del Mes? No. Quelli del Recovery Fund.

Insomma se prima il Recovery fund poteva sembrare una semplice partita di giro e cioè dare i soldi per poi riceverli in prestito, adesso assume i contorni di una vera e propria partita di raggiro. Dare i soldi per poi vederli sparire del tutto.

2021: AIUTACI A PORTARE BYOBLU SULLE TELEVISIONI DI TUTTA ITALIA

€13.745 of €100.000 raised

2021: ECCO LE COSE CHE ABBIAMO FATTO E QUELLE CHE VORREMMO FARE

Hai guardato il video che racconta tutte le cose che abbiamo fatto, insieme, nel 2020? Bene: quest’anno dev’essere l’anno della svolta. Insieme, dobbiamo arrivare nelle case di tutti gli italiani.

Conosci il vecchio detto “l’unione fa la forza“? Oggi è più attuale che mai: è il solo modo che abbiamo di reagire a un mondo che sappiamo istintivamente essere sbagliato e che vogliamo cambiare, prima che lui cambi noi.

Spegniamo la televisione del dolore e della paura. Accendiamone una nuova, che smetta di trattarci come telespettatori o clienti di una televendita. Una televisione dei cittadini, per i cittadini. Nel 2020, con il vostro aiuto, l’abbiamo fatta nascere, e oggi ci sono App su tutti i dispositivi e ben tre regioni sul digitale terrestre, Lazio, Lombardia e Piemonte. Nel 2021 dobbiamo completare l’opera e coprire l’intero territorio nazionale. Dobbiamo! Non c’è alternativa, lo sai anche tu.

Non importa quanto sembri difficile: nessuno credeva che saremmo arrivati fin qui, senza i soldi delle multinazionali, delle banche, dei governi, dei grandi “filantropi”. E invece… Quindi, dimmi: adesso cosa ci impedisce di compiere anche il prossimo passo? L’unico limite è la nostra volontà. L’unico ostacolo è la nostra convinzione. Con li tuo aiuto possiamo farcela, possiamo arrivare ovunque. Perché tutti insieme siamo un’onda gigantesca. Un’onda che travolge tutto.

Coraggio: metti la tua goccia nel vaso, e facciamolo traboccare!


Claudio Messora

Abbiamo bisogno di una informazione non univoca

Invio il mio contributo nella speranza che portiate chiarezza e informazione sulla pericolosità dei vaccini. Con l’aiuto di Stefano Montanari. Grazie

Ho donato a favore di Byoblu!grazie di esistere!

Viva la libertà e il pensiero plurale.

Continuate così . Grazie.

0 commenti su “RECOVERY FUND: IL REGOLAMENTO CHE TRASFORMA IL FONDO IN UN NUOVO MES

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: