attualità

INIZIA L’ESODO DAI GRANDI SOCIAL NETWORK

inizia-l’esodo-dai-grandi-social-network
Spread the love
INIZIA L'ESODO DAI GRANDI SOCIAL NETWORK

di Adalberto Gianuario

La migrazione era iniziata già da alcune settimane, cioè da quando Facebook, Instagram e Twitter avevano di fatto abbandonato il ruolo di piattaforme “neutrali” e avevano cominciato a segnalare i messaggi di Donald Trump come “controversi” o come possibili “fake news”.

La sfida di Parler

In un primo momento era stato Parler ad accogliere gran parte della diaspora in fuga da quei social.

Lanciato nell’agosto del 2018 con lo slogan “the free speech social network”, “il social della libertà di espressione”, si presenta, anzi si presentava, come un servizio di microblogging molto simile a Twitter.

Nelle scorse settimane aveva goduto dell’apparizione di personaggi dal seguito vasto e affezionato come Alberto Bagnai, per fare un esempio italiano.

Poi è arrivata la notte di venerdì: la spedizione punitiva contro Trump e il suo entourage: bannato il presidente, l’avvocato Sidney Powell, il generale Michael Flynn e diversi altri account, rei, secondo i signori della Silicon Valley, di aver fomentato l’assalto al Campidoglio della settimana scorsa.

La grande ritirata

A quel punto, quella che fino a quel momento era sembrata come una graduale ritirata dai grandi social si è trasformata in un vero e proprio esodo. Nel giro di poche ore Apple ha annunciato che avrebbe rimosso l’app di Parler dal proprio store e Amazon che non avrebbe più ospitato il social network sui propri server.

Il nuovo approdo è così diventato Gab, che nel frattempo aveva twittato un messaggio che recitava: “abbiamo ricevuto la telefonata di una persona molto speciale, dite una preghiera per favore”. Inutile dire che molti avevano immaginato che “la persona molto speciale” fosse il presidente in persona.

Così, come dichiarato ufficialmente dallo stesso social network, in soli due giorni Gab ha visto crescere i propri utenti più che nei suoi primi due anni di vita, al punto da dover velocemente allestire 10 nuovi server per reggere alla mole di traffico assorbito in così poche ore.

Nel frattempo, Amazon, rispettando le proprie promesse, ha spento i server dedicati a Parler che al momento risulta non raggiungibile, favorendo dunque Gab, che negli anni è riuscito a mettere in piedi un proprio ecostistema digitale che comprende server, app, e-shop, e-mail che gli consente di rimanere in piedi autonomamente.

Inutile dire che la stampa mainstream si è affrettata a dipingere i nuovi social come covi dell’ultradestra e dell’eversione. Ma cosa si può immaginare di più eversivo del mettere in discussione uno dei pilastri della civiltà democratica come la libertà di espressione?

2021: AIUTACI A PORTARE BYOBLU SULLE TELEVISIONI DI TUTTA ITALIA

€12.622 of €100.000 raised

2021: ECCO LE COSE CHE ABBIAMO FATTO E QUELLE CHE VORREMMO FARE

Hai guardato il video che racconta tutte le cose che abbiamo fatto, insieme, nel 2020? Bene: quest’anno dev’essere l’anno della svolta. Insieme, dobbiamo arrivare nelle case di tutti gli italiani.

Conosci il vecchio detto “l’unione fa la forza“? Oggi è più attuale che mai: è il solo modo che abbiamo di reagire a un mondo che sappiamo istintivamente essere sbagliato e che vogliamo cambiare, prima che lui cambi noi.

Spegniamo la televisione del dolore e della paura. Accendiamone una nuova, che smetta di trattarci come telespettatori o clienti di una televendita. Una televisione dei cittadini, per i cittadini. Nel 2020, con il vostro aiuto, l’abbiamo fatta nascere, e oggi ci sono App su tutti i dispositivi e ben tre regioni sul digitale terrestre, Lazio, Lombardia e Piemonte. Nel 2021 dobbiamo completare l’opera e coprire l’intero territorio nazionale. Dobbiamo! Non c’è alternativa, lo sai anche tu.

Non importa quanto sembri difficile: nessuno credeva che saremmo arrivati fin qui, senza i soldi delle multinazionali, delle banche, dei governi, dei grandi “filantropi”. E invece… Quindi, dimmi: adesso cosa ci impedisce di compiere anche il prossimo passo? L’unico limite è la nostra volontà. L’unico ostacolo è la nostra convinzione. Con li tuo aiuto possiamo farcela, possiamo arrivare ovunque. Perché tutti insieme siamo un’onda gigantesca. Un’onda che travolge tutto.

Coraggio: metti la tua goccia nel vaso, e facciamolo traboccare!


Claudio Messora

Buon lavoro e complimenti!

sono già abbonata, e questa donazione è da parte dei miei genitori.. forza ragazzi.. sempre di più!!!!

Grazie di esistere, avrete periodicamente il mio sostegno. Ho disdetto il canone Rai e quei soldi sono per voi.


Complimenti

Grazie oer il vostro lavoro

Grazie per quello che avete fatto e continuate a fare. Grazie di cuore

0 commenti su “INIZIA L’ESODO DAI GRANDI SOCIAL NETWORK

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: