ESTERO

Usa, assalto al congresso. Riprendono i lavori. Senatori ribelli pronti ad abbandonare la sfida

usa,-assalto-al-congresso-riprendono-i-lavori.-senatori-ribelli-pronti-ad-abbandonare-la-sfida
Spread the love

Dopo l‘assalto al Congresso, alle 20 (ora americana) i senatori sono rientrati sotto scorta in Aula dove sta è ripresa la seduta per la certificazione del risultato elettorale di Joe Biden. La seduta è ripresa da dove si è  interrotta, quando erano stati certificati 12 voti per Trump e ancora nessuno per Biden.

Intanto i senatori repubblicani ribelli sono orientati ad abbandonare la sfida e a non presentare obiezioni sull’elezione. Lo scenario è:  tornano in aula, discutono 30 minuti e votano Biden.

Potrebbe essere tutto finito entro la mezzanotte (le sei del mattino in Italia, ndr).

Aprendo la seduta per certificare la vittoria di Joe Biden, Mike Pence ha condannato l’assalto dei sostenitori di Donald Trump. “Non avete vinto, la violenza non vince mai”, ha detto.

“Hanno cercato di distruggere la nostra democrazia, ma hanno fallito”. Lo afferma il leader dei repubblicani in Senato, Mitch McConnell, parlando di “falsa insurrezione”, di una “ribellione armata” che però non impedirà al Senato di fare il suo lavoro. “Gli Stati Uniti non saranno intimiditi”, ha continuato, assicurando che non si inchinerà all’illegalità.

È battaglia anche sul fronte dei social. Facebook blocca Donald Trump per 24 ore. Lo riportano i media americani. Il blocco del social di Mark Zuckerberg segue quello simile di 12 ore deciso da Twitter. Zuckerberg, secondo le ricostruzioni di Axios, avrebbe definito la situazione a Washington un'”emergenza” e, in una email ai dipendenti, ha assicurato che si stavano valutando altre misure per tenere la gente al sicuro.

Il Washington Post chiede che la responsabilità di questo atto di insurrezione ricada  sul “presidente, che ha mostrato di rappresentare un grave minaccia alla democrazia”:  “Ha causato l’assalto al Congresso. Deve essere rimosso”. Trump “non è adatto a restare in carica per i prossimi 14 giorni. Ogni secondo che mantiene i vasti poteri della presidenza è una minaccia all’ordine pubblico e alla sicurezza nazionale”, aggiunge il board editoriale del Washington Post. “Trump è una minaccia e fino a quando resterà alla Casa Bianca il paese sarà in pericolo”, osserva il Washington Post.

Tanto che il consigliere alla sicurezza nazionale di Donald Trump, Robert O’Brien, e il suo vice Matt Pottinger, stanno valutando le dimissioni dopo le violenze in Congresso.

E dall’Europa, nella notte, il presidente francese Emmanuel Macron pubblica su Twitter  un video: “Crediamo nella democrazia”

0 commenti su “Usa, assalto al congresso. Riprendono i lavori. Senatori ribelli pronti ad abbandonare la sfida

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: