milano

L’irruzione, gli spari, la fuga: l’assalto al Congresso in dieci immagini. Le foto di una delle giornate più difficili per la democrazia americana

l’irruzione,-gli-spari,-la-fuga:-l’assalto-al-congresso-in-dieci-immagini.-le-foto-di-una-delle-giornate-piu-difficili-per-la-democrazia-americana
Spread the love

Quattro morti, 13 feriti e 52 arresti: è il bilancio provvisorio degli scontri nella manifestazione di protesta dei sostenitori di Donald Trump a Washington, scoppiata nella serata del 6 gennaio, durante la quale la sede del Congresso Capitol Hill è stata presa d’assalto. Secondo la polizia i numeri sono destinati ad aumentare. Nella giornata in cui avrebbe dovuto ratificare i voti del Collegio elettorale e quindi la vittoria del democratico Joe Biden, il Congresso si è trasformato nel campo di battaglia dei sostenitori di Trump. Aizzati dal loro leader – ancora formalmente presidente degli Stati Uniti – i protestanti hanno attaccato la polizia e sono riusciti a irrompere dentro Capitol Hill proprio mentre era in corso la seduta. Le immagini che arrivano dagli Stati Uniti raccontano di scontri con la polizia, spari, lacrimogeni. Gli agenti della sicurezza hanno dovuto estrarre le armi per difendere i parlamentari. I politici hanno dovuto indossare maschere antigas e stendersi a terra per proteggersi. Tra gli arrestati 4 lo sono stati perché in possesso di pistole, uno per possesso di arma proibita, 47 per violazione del coprifuoco e ingresso illegale al Congresso.

Il Fatto Internazionale – Le notizie internazionali dalle principali capitali e il dossier di Mediapart

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento
abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro,
svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi
di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi,
interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico.
La pubblicità, in un periodo in cui l’economia è ferma, offre dei ricavi limitati.
Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci.
Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana,
fondamentale per il nostro lavoro.


Diventate utenti sostenitori cliccando qui.


Grazie
Peter Gomez

GRAZIE PER AVER GIÀ LETTO XX ARTICOLI QUESTO MESE.

Ora però siamo noi ad aver bisogno di te.
Perché il nostro lavoro ha un costo.
Noi siamo orgogliosi di poter offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti ogni giorno.
Ma la pubblicità, in un periodo in cui l’economia è ferma, offre ricavi limitati.
Non in linea con il boom accessi a ilfattoquotidiano.it.
Per questo ti chiedo di sostenerci, con un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana.
Una piccola somma ma fondamentale per il nostro lavoro. Dacci una mano!

Diventa utente sostenitore!


Con riconoscenza
Peter Gomez


ilFattoquotidiano.it

Articolo Precedente

Il deputato al Congresso Usa in diretta: “Hanno fatto irruzione, dobbiamo mettere le maschere antigas”

next


0 commenti su “L’irruzione, gli spari, la fuga: l’assalto al Congresso in dieci immagini. Le foto di una delle giornate più difficili per la democrazia americana

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: