cronaca

La direttrice regionale Augusta Celada: “Non legate le scuole solo ai contagi e all’Rt. Non sono piscine”

la-direttrice-regionale-augusta-celada:-“non-legate-le-scuole-solo-ai-contagi-e-all’rt.-non-sono-piscine”
Spread the love

Il rientro a scuola dopo le vacanze di Natale non è per tutti: oggi tornano in classe regolarmente gli studenti di elementari e medie, mentre per i ragazzi delle superiori, che riprendono comunque le lezioni a distanza, l’attesa si prolunga almeno fino a lunedì. La data dell’11 gennaio è quella individuata dal governo, che tuttavia potrebbe cambiare nelle prossime ore sia per decisione della Regione, con il presidente Fontana che incontra oggi pomeriggio esperti e scienziati, sia nel caso in cui la Lombardia fosse collocata in zona arancione o rossa. Il nodo sarà sciolto entro domani, intanto la certezza è che “le scuole – assicura la direttrice dell’Ufficio scolastico regionale, Augusta Celada – sarebbero state pronte. Il lavoro di coordinamento dei prefetti è stato molto accurato”.

Direttrice, teme che la Lombardia possa seguire l’esempio di altre regioni e posticipare ulteriormente?


“Si deciderà in base all’indice Rt, e da amministratore seguirò le disposizioni delle autorità cercando di supportare le scuole in un’applicazione puntuale ma non traumatica. Credo tuttavia che la scuola, essendo un servizio essenziale, dovrebbe poter riprendere senza dipendere tanto dall’andamento dei contagi: dovrebbe avere un suo binario su cui correre con un margine di sicurezza dato da screening, tracciamenti e rotazioni, che le consenta di funzionare in modo relativamente indipendente dai contagi. Non può essere uno 0,20 a far aprire o chiudere le scuole come fossero cinema o piscine”.

Qual è la priorità ora?


“La continuità. È essenziale che una volta rientrati si possa arrivare a giugno, perché una nuova chiusura sarebbe traumatica anche sotto l’aspetto psicologico”.

Le disposizioni prevedevano alle superiori che dopo una settimana al 50, rientrasse a scuola il 75 per cento degli studenti. È l’obiettivo?


“Non sarei così integralista da puntare assolutamente al 75 per cento, il 50 non sarebbe un impoverimento a prescindere, poiché gli insegnanti hanno dimostrato di saper ottimizzare la didattica a distanza. Basterebbe avere un po’ di certezza sul modello da applicare, con una soglia minima di presenza che sia però quotidiana, e sul fatto che chi entra a scuola non metta a rischio la salute propria e degli altri”.

Come?

“Con un sistema di screening e di tracciamento sicuro e realizzando presidi sanitari nelle scuole superiori. Questi strumenti aiuterebbero la continuità della presenza e darebbero serenità alla scuola”.

Le disposizioni per il rientro sono variate più volte, mettendo in difficoltà l’organizzazione degli istituti.


“I cambiamenti continui sono stati un elemento di grande fatica e incertezza. Le scuole sono comunità complesse con profili contrattualistici non molto flessibili. Senza dimenticare l’aspetto della comunicazione, che espone i dirigenti scolastici a incomprensioni con le famiglie, poiché si può pensare che siano loro a dare le informazioni in ritardo, e la difficoltà di ricomporre gli orari”.

Cosa pensa delle critiche all’ingresso dopo le 9,30, che sposta l’uscita degli studenti a pomeriggio inoltrato?


“Per i ragazzi è un disagio, ma non poter andare a scuola lo è ancora di più. Siamo in un momento di emergenza, non si può avere tutto. In molte situazioni, poi, si è intervenuti con la riduzione dell’unità oraria e il recupero a distanza dei minuti ‘persi'”.

Cosa dice ai presidi?


“Cerco di sostenerli, il dialogo è continuo. L’aspetto di forza della scuola in Lombardia è che non è mai stata messa in discussione l’autonomia degli istituti nell’applicare le disposizioni e ciò ha permesso di avere un’osservanza non meramente formale ma sostanziale delle disposizioni”.

0 commenti su “La direttrice regionale Augusta Celada: “Non legate le scuole solo ai contagi e all’Rt. Non sono piscine”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: