CUCINA

In quanti modi si possono cuocere le barbabietole?

in-quanti-modi-si-possono-cuocere-le-barbabietole?
Spread the love

Lesse, al cartoccio, al forno o al vapore: ecco alcuni consigli per i diversi metodi di cottura delle barbabietole

Vi state chiedendo come cuocere le barbabietole che avete acquistato? La risposta è che ci sono molti più modi di quelli che si possono immaginare. Il metodo tradizionale e forse più conosciuto in tutte le nostre cucine, perché semplice e veloce, è quello delle barbabietole lesse, contorno ideale per tantissimi secondi piatti. Ma non è l’unico: ecco allora alcune indicazioni utili per chi è a caccia di idee.

Barbabietole lesse

Per prima cosa è necessario tagliare gli steli con le foglie ed eventuali radici e lavare le barbabietole. Dopo averle asciugate con un panno, bisogna riporle in un tegame e ricoprirle con acqua fredda. A questo punto si aggiunge un po’ di sale e di zucchero e si fa bollire tutto a fiamma bassa per tre quarti d’ora. Dopo è necessario riprendere le barbabietole, passarle sotto l’acqua fredda per un istante, eliminare la buccia, tagliarle a fette e dunque servire come meglio si preferisce. In insalata o semplicemente condite con olio o limone, è una questione di gusti.

Barbabietole al forno

Un altro tipo di cottura è quello al forno, da preriscaldare a 200 gradi prima di cominciare con la preparazione. Dopo aver passato le barbabietole sotto l’acqua fredda corrente, bisogna dividerle in quattro parti uguali, disporre tutto su una teglia precedentemente unta o con della carta forno, condire con un filo d’olio e un pizzico di sale e infornare e per circa quarantacinque minuti. È importante ricordarsi di girare le barbabietole a metà cottura, attendendo comunque i tre quarti d’ora richiesti prima di servirle ancora una volta come contorno o come piatto unico.

Barbabietole al cartoccio

Per cucinare le barbabietole al cartoccio, invece, serve innanzitutto pelare gli ortaggi e privarli di foglie e radici. Anche stavolta è necessario partire passando le barbabietole sotto l’acqua corrente per eliminare eventuali residui di terra. Si preriscalda di nuovo il forno a 200 gradi e si adagiano poi su carta stagnola le barbabietole a spicchi, aggiungendo un filo d’olio, sale e una spolverata di pepe. A questo punto si chiude accuratamente la stagnola ricavandone un cartoccio e si lascia in forno per una mezz’oretta.

Barbabietole al vapore

Infine, per preparare le barbabietole al vapore, bisogna tagliarle a spicchi, dopo averle lavate, e versarle nella pentola apposita, dove metteremo a bollire a fuoco vivace due dita d’acqua. Una volta intenerite le barbabietole, si passano sotto l’acqua fredda e si eliminano le bucce con un panno umido prima di portare in tavola.

0 commenti su “In quanti modi si possono cuocere le barbabietole?

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: