attualità

IN GERMANIA LA PROPAGANDA VACCINALE ASSUME I CONTORNI DI UNA RELIGIONE

in-germania-la-propaganda-vaccinale-assume-i-contorni-di-una-religione
IN GERMANIA LA PROPAGANDA VACCINALE ASSUME I CONTORNI DI UNA RELIGIONE

Vaccinare è un atto di carità. Con questa inquietante affermazione apre in prima pagina il settimanale tedesco Stern, una rivista molto popolare in Germania concorrente del Der Spiegel. In questo modo la rivista tedesca intende fare opera di propaganda in favore dell’imminente campagna di vaccinazione. Andiamo a vedere nel dettaglio quest’immagine.

L’adorazione del vaccino

Vediamo quindi un famoso quadro del 18esimo secolo di un pittore francese che dovrebbe rappresentare la visita dei Re Magi a Gesù bambino. Il quadro è stato rivisitato in chiave vaccinista e invece di oro incenso e mirra, i re Magi portano come dono un barattolone del vaccino Pfizer. Al centro della copertina campeggia in bella mostra la scritta Impfen, che in tedesco significa appunto vaccinare, sovrastata dall’affermazione “è un atto di carità”. Infine la scritta più in basso a sinistra può essere così tradotta: “Non potrà esserci più libertà senza responsabilità”.

Si tratta insomma di un richiamo messianico alla vaccinazione, una sorta di chiamata alle armi dei fedeli per imporre l’obbligo morale del trattamento sanitario. In sostanza è come se la rivista tedesca stesse dicendo “se sei un buon cristiano dimostralo e vaccinati”.

Lo stesso spirito di quest’immagine è stato poi ripreso all’interno di un presepe da poco allestito nel comune italiano di Orvieto.

La fede nel vaccino sostituisce la scienza

Si tratta di una campagna propagandistica che sfocia non solo nel blasfemo, ma anche nell’anti scientifico. Perché la vaccinazione non può essere un atto di fede, ma deve essere il risultato di una scelta libera e soprattutto consapevole. Consapevolezza che evidentemente non c’è a fronte della scarsa trasparenza con cui il vaccino Pfizer è stato preparato, sperimentato e poi venduto alle istituzioni europee. Dubbi che continuano a non trovare risposta anche a fronte di quanto affermato sia dall’Agenzia Europea per i medicinali sia dall’Agenzia italiana del Farmaco danno in merito a questo vaccino.

L’efficacia del prodotto Pfizer continua ad essere ferma a quel 95% che già era stato annunciato circa un mese fa, lasciando quindi più di un sospetto su quest’improvvisa accelerazione di fine anno per una sua distribuzione, senza però i conseguenti progressi che ci si sarebbe aspettati in termini di sperimentazione. Forse proprio a causa di quest’assenza di trasparenza che la rivista tedesca si rifugia nella richiesta di un atto di fede. Insomma vaccinati e poi prega che tutto vada bene.

Il fatto che la vaccinazione sta diventando una vera e propria chiamata alle armi lo dimostra anche l’Unione europea che ha istituito il Vaccine Day, il V-Day, richiamando così lo sforzo bellico fatto nella Seconda Guerra Mondiale contro i nazisti. La vaccinazione diventa in questo caso una missione di guerra e chi si rifiuta di partecipare entrerà probabilmente nelle fila dei disertori. Dalla religione alla guerra, la propaganda per la vaccinazione si sta facendo sempre più aggressiva, anche se di vera scienza in tutto questo non c’è traccia.

REALIZZIAMO INSIEME L’OTTAVA TELEVISIONE ITALIANA, CHE SIA FINALMENTE UNA TV DEI CITTADINI!

€95.051 of €100.000 raised

Fermati e rifletti: che tu sia giovane o che abbia alle spalle ormai diverse primavere, quante volte ti è capitato di vedere una televisione che nascesse per l’esclusiva volontà dei cittadini? Sta avvenendo oggi, e sta accadendo in Italia. Per la prima volta abbiamo la possibilità di finanziare non un giornale, non un semplice canale youtube, ma un’informazione diversa, al vertice della piramide dell’informazione, che possa raggiungere milioni di italiani e che sia davvero libera.

In questo video Claudio Messora e Virginia Camerieri vi raccontano la magia che sta avvenendo sotto ai vostri occhi, e vi chiedono di crederci. Non è mai bastato così poco per ottenere così tanto, perché Democrazia è Confronto, e già solo offrire un punto di vista diverso a milioni di cittadini, nell’era della censura social e del pensiero unico dominante, è un atto rivoluzionario.

Non è più il momento di essere nichilisti né quello di dividersi: sarà una televisione di tutti, e per averla ti chiediamo solo di partecipare con il tuo piccolo atto di fiducia mensile. Riusciresti a sopportare, quando un giorno ogni spazio dovesse chiudersi – come già avvenuto in passato – il rimorso o il rimpianto di non averci provato quando sarebbe bastato così poco per far accadere il miracolo?

Diventa un editore della nuova televisione. Fai una donazione mensile ricorrente, o sottoscrivi un piccolo abbonamento. Potrebbe essere l’ultimo spiraglio aperto, nel quale infilarsi prima che la pesante paratia stagna del controllo sociale si chiuda del tutto.

Niente e nessuno potrà più manipolarti, con i suoi trucchi per convincerti che la guerra è pace, la libertà è schiavitù, l’ignoranza è forza.
Manuale di Autodifesa per Sovranisti: il primo libro edito da Byoblu. Scritto da Francesco Carraro.

La nostra ragione non può assolutamente trovare il vero se non dubitando; ella si allontana dal vero ogni volta che giudica con certezza; e non solo il dubbio giova a scoprire il vero, ma il vero consiste essenzialmente nel dubbio, e chi dubita sa… Leggi tutto

Per poter dar voce a 360 gradi alla libertà di espressione e opinione..

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: