attualità cronaca

gli Incontri Trans Milano vanno male e quindi passano alle maniere forti cliente rapinato da 34 enne

Spread the love

“La molla? La crisi. I clienti scarseggiano, o pagano meno, e allora…”. Sostiene un investigatore che a trasformare “Luiza”, una 34enne transessuale brasiliana, da ragazza di vita a rapinatrice, sarebbe stato il movente più banale: i soldi. Fatto sta che per almeno tre aggressioni, commesse tra il 24 maggio e il 22 agosto, “Luiza” è finita – in realtà giovedì 12 novembre, ma la notizia è stata comunicata solo lunedì 16 – a San Vittore, con a carico un’ordinanza cautelare emessa dal gip Manuela Cannavale, su richiesta del pm Michela Benedetta Bordieri.

Le denunce sono cominciate ad arrivare ai poliziotti del commissariato Bonola. Simili i profili delle vittime: automobilisti, samaritani di passaggio, che si erano accostati per caso al marciapiede. La notte del 24 maggio, la prima volta, era capitato a un 45enne italiano residente in zona QT8: la signorina che aveva accolto a bordo, per un passaggio (questo il suo racconto), aveva poi tirato fuori dalla borsa un coltello. Lo aveva minacciato: “Ti buco le gomme”. Cinquanta euro e uno smartphone il bottino, rapinatrice scesa in piazzale Zavattari e poi sparita.

Copione appena diverso la mattina del 31 luglio scorso: italiano e 63enne l’aggredito, a suo dire in attesa di una visita medica di un parente accompagnato in via Capecelatro. “Aspettavo in auto e stavo leggendo un libro – ha spiegato poi l’uomo – quando si è avvicinata a chiedermi che libro fosse”. La curiosa avventrice era poi entrata in auto. “Le ho detto di scendere o avrei chiamato la polizia”. Coltello, minacce, 120 euro e fuga.

Incidenti di Trans nelle zone : DUOMO NAVIGLIO SAN GOTARDO CENTRO DINTORNI PIAZZA VENTI QUATTROMAGGIO PORTA GENOVA COLLONE SAN LORENZO CORSO DE PORTA TICINESE

Ultima rapina a mezzanotte e 40 del 22 agosto alle 00.40, ai danni di un 51enne in via Salmoiraghi. “Ero fermo allo stop ed è salita in macchina – dirà ai poliziotti – le ho detto di scendere immediatamente ma ha urlato: io non scendo, accompagnami in piazzale Loreto. Sono brasiliano, ho un coltello e non farmi arrabbiare”. A destinazione, sempre puntando la lama, si era fatta consegnare 30 euro.
Simili erano anche le descrizioni raccolte dai poliziotti di Bonola, guidati dal dirigente Giuseppe Petralito. Un profilo conosciuto, più volte controllata e multata sui marciapiedi del quartiere, irregolare ma senza ulteriori precedenti. “Luiza” è stata identificata e il suo viso è stato riconosciuto, all’interno del classico album fotografico, dalle tre vittime. Giovedì scorso è stata arrestata in piazzale Segesta. Il sospetto degli investigatori è che altre vittime non abbiano ancora denunciato, per vergogna.

0 commenti su “gli Incontri Trans Milano vanno male e quindi passano alle maniere forti cliente rapinato da 34 enne

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: