ARTE

Quando la moda incontra l’arte: tra cultura e benessere nella culla del rinascimento

Spread the love

Si è svolta il 12 e 13 settembre una trilogia di eventi nel Chianti Aretino nella maestosa Villa la Grotta, dimora storica con oltre 250 di storia. La società Regno dei Fini assieme al proprietario Gianluca Bertoletti con la collaborazione di due cari amici Raffaella Nenna e Franco Dursi hanno organizzato un evento di tre giorni, un connubio tra moda, arte, cultura e benessere.

Durante le due serate del venerdì e sabato e del pomeriggio della domenica sono stati presentati due artisti d’eccezione: Edoardo Casini pittore affermato contemporaneo e Marco Cipolli altrettanto affermato artista che ha firmato i capolavori di Richard Ginori.

L’arte ha fatto da padrone, decorando e arricchendo ogni angolo della Villa e del parco con meravigliose opere, quadri e scultore di ceramica e vetroresina come il Pinocchio, simbolo della cultura Toscana. A rendere il parco della Villa un’installazione d’arte permanente è stato l’estroso Edoardo Casini che ha dipinto un tronco di albero secolare, cedro del Libano, trasformato in un divano a sei sedute lungo sei metri, dipinto minuziosamente con puntini e linee e cerchi, tecnica che caratterizza tutte le opere di Casini esposte nella Galleria all’interno della Villa. Uno stile “tribale occidentale” come dice l’artista.

Poiché l’arte non ha confini si riversa anche nella creazione di abiti preziosamente ricamati a mano della stilista Italo-Svizzera Valentina Nessi che da anni ha affermato il suo nome come influencer internazionale nonché vincitrice dei world bloggers awards dell’anno scorso premiata per la filantropia poiché Valentina da oltre cinque anni aiuta la popolazione del Nepal devastata dal terremoto tramite l’Associazione VITA di cui è presidente. Nell’arco degli ultimi anni ha costruito e mantenuto un orfanotrofio con 30 bambini garantendo loro un luogo sicuro e confortevole dove vivere e i mezzi necessari per seguire gli studi.

La filantropia e la beneficenza va oltre l’evento stesso poiché grazie ai social e Instagram ha lanciato un “charity digital challenge” dove tutti possono donare uno o più pacchi di cereali del valore di soli 21 euro l’uno con un semplice click.

Ospite d’onore all’evento è stata la meravigliosa Susanna Messaggio, ex modella, attrice e presentatrice televisiva che ha maestosamente indossato e presentato gli abiti della collezione “butterfly” della stilista Valentina Nessi abbinando ogni abito ad un’opera d’arte dei due artisti Cipolli e Casini creando un connubio di armonia artistica.

La sera successiva altri colpi di scena per i 50 ospiti d’eccezione. Una sfilata di una nuova collezione della stilista Valentina Nessi intitolata “miracle garden” abbinando ogni abito a dei gioielli artigianali della creatrice comasca Roberta Busnelli che utilizza diversi materiali da pietre semi preziose, cristalli, ceramiche, rame e agli occhiali eco-sostenibili del giovane imprenditore svizzero Brian Wulliman firmati Bambood con legno, sughero e roccia.

Altro colpo di scena l’arrivo rombante di una Chevrolet degli anni ‘50

Una serata piena di sorprese come i corsi di danza latino amaricano del maestro Orestes Onas che hanno dilettato gli ospiti fino a tarda notte ballando sotto le stelle immersi nella natura e opere d’arte.

Gli organizzatori dell’evento hanno pensato proprio a tutto per far stare gli ospiti sempre al meglio, organizzando trattamenti di benessere dall’osteopata professionista e terapista Noemi Dursi ed ad altri trattamenti anti-aging galvanic spa.

Ultima ma non meno importante la parte gastronomica delle tre giornate dove gli ospiti hanno degustato i cibi e sapori della cucina tradizionale Toscana tra trattorie e osterie locali e una cena gastronomica alla Villa preparata dallo chef Cristian Cerafolini e degustazioni di vini biologici della cantina Morandi, giovane cunicoltore che ha ricevuto riconoscenti internazionali da James Suckling di Wine Inspector.

L’Italia, italiani, imprenditori e artisti hanno dimostrato la forza, volontà di ricominciare, di unire le forze per creare nuove sinergie, relazioni e emozioni che rimarranno sempre nel cuore di tutti.

0 commenti su “Quando la moda incontra l’arte: tra cultura e benessere nella culla del rinascimento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: