AFFARI attualità

Stefano Zambon immagini e foto della sera Festival Como Città della Musica villa

Spread the love

a XIII edizione Festival Como Città della Musica, edizione speciale, Note in villa, è in programma da domenica 28 giugno a domenica 12 luglio 2020, per 15 giorni non-stop, in 3 location (inaugurazione a Villa Olmo domenica 28 giugno e il giorno a seguire, lunedì 29 giugno): una prima settimana a Villa del Grumello (da martedì 30 giugno a lunedì 6 luglio), una seconda settimana a Villa Erba (da martedì 7 a domenica 12 luglio). 36 gli spettacoli in cartellone, con cadenza quotidiana, destinati a target di pubblico differenti, con una programmazione nelle corde del Teatro Sociale di Como/AsLiCo, resa possibile grazie al consolidarsi di importanti collaborazioni con quattro istituzioni del territorio: il Comune di Como, il Comune di Cernobbio, l’Associazione Villa del Grumello e Villa Erba.

Il Festival inaugura con il concerto del pianista Orazio Sciortino, ad eseguire musiche di Franz Liszt, Gioachino Rossini, Robert Schumann, domenica 28 giugno a Villa Olmo, dove, nei primissimi anni, a partire dal 2008, la rassegna, ancora agli albori, iniziava a muovere i primi passi, cercando di portare la musica al di fuori delle mura canoniche del Teatro, per popolare luoghi cittadini, cari non solo a chi vi risiede, ma molto amati anche da turisti o visitatori, sede in diverse edizioni di alcuni Intorno al Festival.

Orazio SciortinoElena AjaniFederico ToffanoFatoumata DiawaraEugenio Della ChiaraMattia PetrilliAndré GalloStefano BagnoliGiuseppe VitaleStefano ZambonStefano DragoneGiuseppe CalifanoLoris RossiGoodfaith QuartetLuigi BonafedeMax CarlettiGianluigi CorvagliaEnrico PerelliGiorgio MartanoManuel RengaGiacomo LeoneFrancesco AuriemmaSabrina SanzaAndrea GervasoniElena PervozSara DhoEleonora MoroSara ZanobbioPaolo CamporesiIvo RandaccioDavide TorlaiRaffaella Angelastri, solo alcuni degli artisti coinvolti in 15 giorni di musica non-stop.

Il programma contempla recite e laboratori della piattaforma Opera education, destinate alle famiglie, con la prima assoluta del progetto di Opera baby 2020Si gioca e si cresce ovvero la storia di Gilda e Rigoletto, concerti lirici con i vincitori del 71° Concorso AsLiCo, appuntamenti con solisti, concerti da camera, momenti di danza, dialoghi con voce recitante, sessioni jazz; quasi tutti gli appuntamenti, della durata di 1 ora circa, sono stati previsti in doppia recita, per un pubblico rigorosamente contingentato e distanziato. Tutti gli spettacoli sono ad ingresso gratuito ma con prenotazione obbligatoria, anche per ottemperare alle norme dettate dall’ordinanza della Regione Lombardia n.556 del 12/06/2020. Le prenotazioni potranno essere registrate a partire da martedì 23 giugno 2020, online www.teatrosocialecomo.com o presso la biglietteria del Teatro Sociale di Como (entrata da Piazza Verdi) con i seguenti orari: dal martedì al sabato dalle 10.00 alle 13.00. Sarà possibile prenotare un massimo di due biglietti fino ad un massimo di tre spettacoli.
In caso di pioggia gli eventi programmati nel parco di Villa Olmo si terranno all’interno di Villa Olmo, mentre quelli programmati nei parchi di Villa del Grumello e Villa Erba avranno luogo presso la Sala Bianca, Teatro Sociale di Como; verranno invece annullati, in caso di maltempo, i concerti all’alba. Inoltre, in caso di condizioni meteo favorevoli, altri posti potranno essere resi disponibili sia online che presso la biglietteria, il giorno stesso degli spettacoli, sempre nel rispetto delle norme previste.
Gli orari di infoline rimangono invariati, dal martedì al venerdì dalle 14.30 alle 16.30, tel. 031, 270170.

Il Teatro Sociale di Como / AsLiCo desidera inoltre ringraziare tutti coloro che hanno aderito alla campagna #iorinuncioalrimborso, riservando e dedicando loro la prima recita a Villa Olmo di Dancing on Bach, lunedì 29 giugno 2020, ore 19.00 con la danzatrice Elena Ajani, e Federico Toffano al violoncello, su musiche di Johann Sebastian Bach. Mentre la recita delle ore 21.00 di mercoledì 8 luglio 2020, HOPE Tramonto con Stefano Dragone, e Giuseppe Califano al pianoforte e Loris Rossi al violoncello, nella sede di Villa Erba, sarà dedicata a medici, infermieri e operatori sanitari, sempre con prenotazione obbligatoria.

_________________________________________

“Non c’è vita senza musica. Il suono ci accompagna dal momento in cui veniamo al mondo e il silenzio di questi quattro mesi è stato assordante. Bisognava restare in piedi, aspettare, bisognava imparare la resilienza. Il nostro pubblico ci è stato accanto, ci ha sostenuto in ogni momento di questa lunga notte, le parole di affetto sono arrivate in un flusso continuo a testimoniare il senso di comunità che da sempre vogliamo trasmettere facendo teatro. Oggi è un giorno nuovo, siamo forse diversi, sicuramente abbiamo una consapevolezza che vive dentro di noi, che tornerà nella nostra mente a ricordarci quello che abbiamo imparato ed è il momento di ritrovarsi. Ho letto il programma del Festival dall’ospedale in cui ero ricoverata. e ho pensato che quel segno di vita fosse anche per me segno di rinascita, di ritorno. Ringrazio dal più profondo del cuore tutto lo staff del Teatro che ha lavorato in brevissimo tempo per elaborare il programma, studiarne la fattibilità, creare sinergie con le istituzioni cittadine per rendere possibile che la musica inondasse di nuovo la nostra città. Non potrò essere con voi fisicamente, ma faccio ai miei colleghi e agli artisti coinvolti il più grande degli in bocca al lupo, nella certezza di potervi rivedere tutti al più presto”. Fedora Sorrentino, Presidente Teatro Sociale di Como / AsLiCo

“Quest’anno la collaborazione del Comune con il Teatro Sociale si rinnova e si rafforza. Dopo il rinnovo della convenzione con cui il Comune sostiene il Teatro, gioiello e realtà viva della città, due importanti appuntamenti della rassegna si svolgeranno a Villa Olmo. In questo momento la conferma della programmazione del Festival e l’impegno di diverse realtà del territorio, in un progetto condiviso, rappresentano un importante segno della voglia di ripartire con le nostre migliori potenzialità”. Mario Landriscina, Sindaco Comune di Como

“Il ritorno del Festival Como Città della Musica con questa edizione speciale è segno importante della ripresa dell’attività culturale della città ed è un’ottima occasione per lavorare insieme al progetto culturale del Teatro Sociale. All’interno del rinnovato protocollo di collaborazione tra il Comune e il Teatro, quest’anno per la prima volta, dopo molti anni, la rassegna ritornerà anche negli spazi di Villa Olmo”. Carola Gentilini, Assessore alla Cultura, Comune di Como

“Sono convinto che Como e il Lario – ha osservato l’Assessore all’Autonomia e Cultura di Regione Lombardia, Stefano Bruno Galli – non potessero trovare un modo più felice per salutare la fine del duro periodo di lockdown causato dalla crisi epidemiologica. Nei fatti, la musica – nei suoi diversi generi – animerà i parchi di Villa Olmo, Villa del Grumello e Villa Erba per due settimane. Il programma del Festival Como Città della Musica è talmente ricco che contribuirà a riportare un po’ di serenità non solo per i lariani, ma per tutti i lombardi, che avranno un ottimo pretesto per uscire di casa e godere della musica nella soave bellezza del Lago. Mi congratulo con tutti coloro che hanno reso possibile l’iniziativa a partire dal Sindaco di Como Mario Landriscina e dall’Assessore alla Cultura di Como Carola Gentilini e dalla Presidente del Teatro Sociale di Como / AsLiCo, Fedora Sorrentino”

“Il momento drammatico che ha fermato il mondo (e che ancora stiamo vivendo) apre anche squarci di nuova luce. Sono tali le Note in Villa, con cui per la prima volta si concretizza un sogno nato con il progetto del Chilometro della Conoscenza, che, come Villa del Grumello – oltre dieci anni fa – abbiamo promosso e aperto alla città: un fil rouge da Como a Cernobbio, nel nome della cultura e della conoscenza”. Paolo De Santis, Presidente Associazione Villa del Grumello

 

“Villa Erba riparte con la cultura, aprendo alla collettività il proprio parco. Prima con i concerti di Note in Villa, poi con il cinema di Lake Como Film Night, riprendendo la vocazione del luogo. Emblematico anche immaginare il Chilometro della Conoscenza che si allunga dal Grumello a Villa Erba, rendendo la cultura e il paesaggio cerniera tra Como e Cernobbio”. Filippo Arcioni, Presidente Villa Erba

“#divillainvilla e Como/Cernobbio Andata e ritorno sono le due iniziative culturali che il Comune di Cernobbio condivide da anni con l’Associazione Villa del Grumello e il Teatro Sociale di Como/ AsLiCo. Grazie al Festival Como Città della Musica, in questa stagione difficile, ma in cui vogliamo essere ottimisti, avremo un calendario unico e condiviso di spettacoli di qualità e per tutti. La cultura e la musica, insieme alle bellezze paesaggistiche delle nostre ville, in questa visione sinergica tra enti, uniti dal ‘ponte della conoscenza’, vogliono essere un punto fermo per la ripartenza del Lago di Como e della nostra quotidianità”. Matteo Monti, Sindaco di Cernobbio

“Si tratta di un’edizione speciale, che abbiamo fortemente voluto, un’edizione che quest’anno non contempla gli spettacoli in Arena o il progetto di opera partecipata che dal 2013 portiamo avanti con il Coro dei 200.Com (il titolo prescelto per il 2020 era Aida, con la direzione d’orchestra di Alessandro Palumbo e la regia di Alessio Pizzech), in un format che però sembra quasi tornare alle origini, e inaugura a Villa Olmo, dove il Festival iniziò nel 2008, ciò avviene grazie anche alla rinnovata convenzione con il Comune di Como. Questa XIII edizione si articolerà poi lungo il Chilometro della Conoscenza, grazie all’ospitalità concessa a Villa del Grumello e a Villa Erba. Da un punto di vista artistico abbiamo voluto valorizzare alcuni progetti nell’identità AsLiCo, da Opera education (con la prima di Opera baby 2020 proprio durante il festival) ai concerti con i vincitori del 71° Concorso AsLiCo. Abbiamo inoltre voluto coinvolgere alcuni importanti artisti del territorio (da Stefano Dragone a Elena Ajani a Mattia Petrilli, per citarne solo alcuni), per un Festival che nasce a Como ed è concepito per la Città, con una serata destinata ad il personale medico e sanitario degli Ospedali di Como”. Barbara Minghetti, Curatore Opera Education e Progetti Speciali

“La Società Palchettisti sta sempre dalla parte della bellezza ed è grata al suo partner storico, il teatro Sociale di Como/ AsLiCo per aver pensato ad una serie di manifestazioni di altissimo livello nei più bei luoghi della nostra città, affacciati sul nostro meraviglioso lago. Ci manca forse un inizio con la tradizionale opera lirica nell’Arena del Teatro, sentiamo la mancanza della fisicità del Teatro, ma ci rendiamo conto della situazione contingente. Sarà in ogni caso sicuramente un grande Festival della musica, dell’arte e della cultura. Ringraziamo il Comune di Como, il Comune di Cernobbio e tutti gli enti che hanno sostenuto questo progetto”. Claudio Bocchietti, Presidente della Società Palchettisti del Teatro Sociale di Como

 

0 comments on “Stefano Zambon immagini e foto della sera Festival Como Città della Musica villa

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: