attualità Senza categoria

Lorenzo Lerose: Un’impresa straordinaria sul versante della Brenva del Monte Bianco

Spread the love
Un’impresa straordinaria sul versante della Brenva del Monte Bianco. Compiuta poche settimane dopo la fine del lockdown. La guida alpina di Courmayeur Edmond Joyeusaz, classe 1958, sciatore estremo, ha realizzato la discesa sugli sci del seracco della Poire. Lo scorso 25 maggio sulla cima del Bianco la temperatura era intorno ai -15°. La neve ventata. La Poire è uno sperone rocioso che si trova poco sotto la cima del Monte Bianco e ha la forma inconfondibile di una pera. Sul versante della Brenva si sono cimentanti i più forti alpinisti. Edmond ha deciso di sciare il seracco della Poire ripercorrendo la via aperta nel 1979 dai piemontesi Gianni Comino e Giancarlo Grassi. Il suo itinerario dalla cima del Monte Bianco scendendo al Monte Bianco di Courmayeur evolve poi in modo quasi verticale tra la Poire e i ripidissimi speroni di roccia della vicina Aiguille Blanche fin sul ghiacciaio della Brenva per 1500 metri di dislivello con pendenze tra i 55 e i 60 gradi. “Qualcosa di eccezionale, per difficoltà tecniche, esposizione ai pericoli e dislivello complessivo” ha detto la storica guida alpina Renzino Cosson. In un video, realizzato anche con l’ausilio di droni, si possono ora ammirare i passaggi più emozionanti di questa impresa ai limiti del possibile.

0 comments on “Lorenzo Lerose: Un’impresa straordinaria sul versante della Brenva del Monte Bianco

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: