CURIOSITÀ'

Cosa succede se qualcuno finisce per mangiare la muffa?

Spread the love

Mangiare per sbaglio pane ammuffito, frutta, yogurt o altro può capitare a tutti. Basta una semplice distrazione e il gioco è fatto.

Purtroppo però mangiare muffa ha, solitamente, conseguenze estremamente negative per l’organismo umano poiché il suo metabolismo non ne prevede la digestione né l’eliminazione.

Le reazioni da esse innescate possono essere di tre tipi:

  • tossiche;
  • allergiche;
  • patogene.

Nel primo caso le sostanze prodotte dalle muffe innescano la liberazione di molecole che l’organismo riconosce come “estranee” e che quindi provocano processi reattivi di varia intensità.

Il corpo subisce quindi un processo di intossicazione alla muffa, le cui conseguenze diventano sempre più gravi man mano che aumenta la dose accumulata.

Nel secondo caso le muffe stimolano alcune cellule a sintetizzare istamina, una molecola allergizzante responsabile di numerosi disturbi organici, come i seguenti:

  • arrossamenti cutanei,
  • forme eritematose,
  • insorgenza di prurito,
  • gonfiore diffuso,
  • collasso cardio-circolatorio.

Nel terzo caso le conseguenze di mangiare muffa provocano patologie che, se non vengono curate adeguatamente, possono degenerare, cronicizzandosi.

Non è detto che il tuo corpo inneschi queste reazioni date dall’ingerimento della muffa, ma è possibile.

QUALI SONO LE CONSEGUENZE DEL CONTATTO CON MUFFE PATOGENE?

Le muffe patogene sono normalmente innocue e poco infettanti, diventando pericolose unicamente se il tuo sistema immunitario è poco efficace.

Questo accade durante periodi di convalescenza prolungata oppure se assumi farmaci come i corticosteroidi oppure gli immunosoppressori.

In questi casi l’ingestione di muffe può essere la causa dell’insorgenza della candidosi, una malattia provocata da un micete unicellulare (Candida albicans), che si localizza sulle mucose della bocca (mughetto) o dell’apparato genitale e in alcuni casi dell’intestino.

Anche se soffri di diabete oppure se hai assunto per lungo tempo una terapia antibiotica, potresti sviluppare questo tipo di patologia.

ALLERGIA ALLA MUFFA: QUALI SONO I SINTOMI DI UNA REAZIONE ALLERGICA?

Se presenti una particolare ipersensibilità alle muffe, venendo a contatto con esse puoi mostrare reazioni come congestione nasale, irritazione agli occhi, rinite allergica o asma allergica.

Tutte queste manifestazioni del tratto respiratorio relative alle prime vie aeree, possono essere causate non soltanto dall’inalazione ma anche dall’ingestione delle muffe.

Pertanto tutte le volte in cui ti accorgi di avere uno di questi sintomi collegati al contatto con alimenti contaminati, puoi avere sviluppato un’allergia alle muffe.

LE CONSEGUENZE CAUSATE DELL’INGESTIONE DI MUFFE TOSSICHE.

Le malattie prodotte dalle muffe patogene (micosi) appartengono alla categoria delle infezioni, e sono spesso di tipo infettivo.

Le conseguenze patologiche che tali organismi possono provocare sul tuo organismo dipendono principalmente da due fattori: il tuo stato generale di salute, e il tipo di sviluppo e di crescita della muffa stessa.

Mangiare muffa per errore ha conseguenze che dipendono dall’ingestione di micotossine (tossine dei funghi).

La produzione di tali micotossine è strettamente collegata alla presenza di umidità, a uno specifico pH ambientale e alla temperatura.

Ricorda che la loro capacità tossica dipende dalla quantità di spore contenute nella muffa: infatti una micotossina può risultare letale se presente a grandi dosi, mentre la stessa non determina effetti dannosi se presente in piccole quantità.

Le micotossine ingerite con gli alimenti di solito hanno effetti pericolosi sul fegato (epatotossine), sul sistema nervoso (neurotossine) o anche sull’apparato renale (nefrotossine).

In alcuni casi, esse possono alterare le cellule appartenenti al sistema immunitario (immunotossine), andando a compromettere tutte le reazioni di difesa dell’organismo.

MANGIARE UN PO’ DI MUFFA È DAVVERO COSÌ DANNOSO?

Se hai ingerito accidentalmente una piccola quantità di muffa non preoccuparti, in quanto nella maggior parte dei casi non avrai conseguenze.

Sarebbe buona regola comunque eliminare le parti muffite, sia dagli alimenti umidi come salse, frutta o cibi con elevate percentuali di acqua, che da prodotti più compatti, come formaggi stagionati, insaccati o ortaggi solidi.

Le conseguenze del mangiare muffa diventano pericolose quando l’ingestione viene ripetuta nel tempo e soprattutto quando vengono introdotti generi appartenenti ad Aspergillus, Penicillum o Fusarium.

In questi casi le conseguenze cliniche indotte dall’ingestione delle muffe possono coinvolgere l’apparato gastrointestinale, con manifestazioni di vomito e diarrea, il sistema respiratorio, con rinite allergica e congestione di naso e occhi, o anche l’apparato renale, soprattutto se soffri di calcolosi.

Comunque sia, rivolgiti subito al tuo medico di famiglia affinché ti prescriva opportuni esami.

0 comments on “Cosa succede se qualcuno finisce per mangiare la muffa?

Leave a Reply

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d bloggers like this: