attualità Senza categoria

Silvia Romano è stata liberata: ho pregato Dio tutti i giorno

Spread the love

ROMA – Silvia Romano è stata liberata. Dopo un anno e mezzo di prigionia passata cambiando tre volte covo, dopo ipotesi, supposizioni e congetture tornerà a casa domani. “Sono stata forte e ho resistito. Sto bene e non vedo l’ora di ritornare in Italia” ha detto poco dopo l’annuncio del premier Giuseppe Conte su Twitter: “Ringrazio le donne e gli uomini dei servizi di intelligence esterna. Silvia, ti aspettiamo in Italia”.

Un annuncio che l’Italia chiusa in casa oggi non si aspettava e che ha festeggiato. “Motivo di grande gioia per tutti gli italiani”, ha detto il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

La liberazione

La sua liberazione, dicono fonti interne, è avvenuta grazie a “un lungo e complesso lavoro sul campo” diretto dal generale Luciano Carta, con la collaborazione dei servizi turchi e somali. Silvia Romano era ancora nelle mani di Al Shabab, gruppo terrorista somalo affiliato ad al Qaeda, quando la scorsa notte è scattata l’operazione dell’Aise a 30 chilometri da Mogadiscio in una zona ridotta in condizioni estreme per le alluvioni degli ultimi giorni. Ed è qui che in queste ore si trova la ragazza: in sicurezza nel compound delle forze internazionali.

Il volo di rientro, poi dai pm

Silvia sarà imbarcata domani stesso, e rientrerà in Italia alle 14 con un aereo dell’Aise che atterrerà a Ciampino. Appena sarà in Italia, sarà ascoltata dai pm della procura di Roma che sulla vicenda hanno avviato un’indagine per rapimento a scopo di terrorismo. Il colloquio con i pm romani sarà effettuato nel rispetto delle normative anti Covid che prevedono il distanziamento e l’uso di dispositivi di protezione. All’audizione sarà presente il titolare del fascicolo Sergio Colaiocco.

La festa nel suo quartiere

Nel suo quartiere, il Casoretto, alla periferia est di Milano, dove Silvia vive con la madre, dai balconi e dalle finestre  decine di persone si sono affacciate, qualcuno ha messo la musica, canzoni care alla ragazza, come Viva la libertà di Jovanotti, gli 883, Ghali, fino all’inno nazionale che tutti hanno cantato insieme. La parrocchia del quartiere ha suonato le campane a festa. Su Twitter la notizia della liberazione è dirompente. In meno di un’ora dall’annuncio di Conte, i tweet con l’Hastag #SilviaRomano è balzato in testa alle tendenze con 15 mila tweet

Il papà: “Lasciatemi respirare”

Il padre di Silvia, Enzo Romano, ha regito con grande emozione: “Lasciatemi respirare, devo reggere l’urto. Finché non sento la voce di mia figlia per me non è vero al 100 per cento. Devo ancora realizzare, mi lasci ricevere la notizia ufficialmente da uno dei miei referenti”. “La felicità è talmente grande che scoppia – ha aggiunto – non mi interessa di nessun altro, solo di riabbracciare mia figlia dopo 17 mesi”.

La madre: “Sono frastornata”

“Sono felicissima, frastornata, non me l’aspettavo” ha detto la mamma di Silvia Francesca Fumagalli, “non l’ho ancora sentita, sto aspettando una telefonata dalla Farnesina”.

Silvia Romano libera, la gioia del suo quartiere esplode dai balconi: musica, canti e tanti applausi

l sequestratori

Tre dei sequestratori – Moses Luwali Chembe, Abdalla Gababa Wario e Ibraihm Adam Omar – sono stati arrestati e sono, tutt’ora sotto processo, anche se le udienze sono state interrotte a causa dell’epidemia di coronavirus che sta colpendo anche il Kenya. Uno dei tre, Adam Omar, in libertà su cauzione e considerato l’uomo più pericoloso dei tre, è latitate, ha fatto perdere le sue tracce. Da allora, dal giorno dell’arresto dei tre uomini, il 26 dicembre 2018, non si è saputo piu’ nulla, oltre al fatto che il giorno di Natale Silvia Romano era viva.

La collaborazione tra inquirenti italiani e keniani c’è sempre stata rafforzandosi dopo la rogatoria del pm di Roma Sergio Colaiocco. La convinzione che Silvia Romano si trovasse in Somalia. è arrivata in base alle analisi dei documenti messi a disposizione delle autorità keniane. Intorno alla metà di febbraio il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, aveva espresso “l’apprensione per le sorti di Silvia Romano, la giovane rapita in Kenya mentre svolgeva la sua opera generosa di solidarietà e di pace”. Oggi l’annuncio della liberazione. Una tra le più belle notizie di quest’anno

0 commenti su “Silvia Romano è stata liberata: ho pregato Dio tutti i giorno

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: