attualità FLIGHT Flight Influencer

Laura d’amore: risarcimenti e web reputation delle compagnie aeree

Spread the love

laura d'amore (13)Quasi tutti i Paesi del mondo stanno chiudendo le frontiere e le compagnie aeree si preparano a una crisi di dimensioni epocali,  tanto che l’Unione Europea ha dato il via libera agli aiuti. In questo quadro si sommano anche i mancati risarcimenti ai viaggiatori cui è stato cancellato un volo senza il rispetto dei 14 giorni di preavviso.

Il regolamento europeo 261 prevede, oltre al rimborso, un indennizzo ai passeggeri tra i 250 e 600 euro, a seconda della lunghezza della tratta.

Ma a due condizioni:

  1. Che la causa della cancellazione sia una “circostanza eccezionale”
  2. Che il preavviso sia stato inferiore alle due settimane.

L’emergenza Coronavirus è attualmente una “circostanza eccezionale”, visto che molti aeroporti hanno chiuso i collegamenti. Secondo diverse compagnie aeree lo era anche qualche giorno fa, quando non vi erano particolari restrizioni.

EasyJet ha cancellato con soli due giorni di preavviso, il volo Venezia-Bari previsto per venerdì 13 marzo, e ha respinto la richiesta di indennizzo di una passeggera.  EasyJet scrive che “a causa delle restrizioni imposte dal governo italiano per ridurre la diffusione del virus Covid-19, il programma di volo della easyJet ha subito forti ripercussioni, per cui non abbiamo avuto altra scelta che cancellare il volo”. Sono molte le compagnie aeree che hanno cancellato i voli perché semi-vuoti: una scelta legittima, dettata da ragioni economiche.

Il Centro europeo consumatori Italia, fa sapere: “Enac conferma che, per i voli cancellati per motivi economici/commerciali in presenza di aeroporti aperti e senza nessuna restrizione verso il paese di destinazione trova piena applicazione il regolamento 261/2004”. Quindi, il risarcimento è dovuto.

Sottolinea però la stessa Enac, “non ci è dato confermare né accertare la finalità per cui un volo o una serie di voli sia stata cancellata ma solo presupporla in presenza degli elementi di riferimento (aeroporti aperti e no restrizioni)”. Perciò sarà Enac a dover accertare tutto questo di caso in caso e predisporre il risarcimento.

Nel comunicato EasyJet scrive che il cliente “potrebbe comunque avere diritto a un ragionevole rimborso spese” utilizzando il condizionale. Secondo il regolamento europeo il rimborso è sempre dovuto.

 

Un commento su “Laura d’amore: risarcimenti e web reputation delle compagnie aeree

  1. Quanto sei bella 😘😘😘

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: