attualità Senza categoria SPORT

Decisione per lo Stop agli ottavi di Champions e Europa League

Spread the love

ROMA – L’ombra del virus s’allunga sull’Europa del calcio. Ora anche la Uefa deve fare i conti con l’epidemia, che ha costretto in quarantena club come Juve e Real Madrid. Anche in vista dell’Europeo itinerante in programma in estate. Quasi inevitabile riflettere su un piano B per far slittare il torneo, vista l’insistenza dei maggiori campionati europei per ottenere lo slittamento che permetta loro di concludere in estate i campionati oggi sospesi. In fondo è complicato oggi immaginare che tra tre mesi sessantamila persone potranno affollare l’Olimpico di Roma per la gara inaugurale dell’Euro 2020.

Stop di Champions e Europa League

“Alla luce degli sviluppi legati alla diffusione del virus Covid-19 in Europa e delle decisioni dei vari governi, tutte le partite delle competizioni Uefa per club in programma la prossima settimana sono rinviate”. Ad annunciarlo è l’Uefa in una nota. Tra queste, le rimanenti partite di ritorno degli ottavi di Champions League del 17 e 18 marzo, tutte le partite di ritorno degli ottavi di Europa League del 19 e tutte le partite dei quarti di Uefa Youth League del 17 e 18. Ulteriori decisioni sulle date di recupero delle suddette partite verranno comunicate a tempo debito. A causa dei rinvii, slitta anche il sorteggio dei quarti di Champions League e Europa League del 20 marzo. Ieri, l’Uefa ha invitato i rappresentanti delle 55 federazioni affiliate, i consigli della European Club Association e delle leghe europee e un rappresentante di FifPro a un meeting in video-conferenza per martedì 17 marzo, per parlare delle modalità di risposta del calcio europeo alla pandemia da Covid-19: nell’occasione si deciderà anche se far slittare gli imminenti Europei.

Positivo il tecnico dell’Arsenal

Nella notte c’è stato l’annuncio del tecnico dell’Arsenal, Mikel Arteta, positivo al Coronavirus. A comunicarlo è stato il club inglese sul proprio sito ufficiale: “Il nostro centro di formazione Colney di Londra è stato chiuso dopo che il capo allenatore Mikel Arteta è risultato positivo al Covid-19. Il personale dell’Arsenal che ha recentemente avuto stretti contatti con Mikel ora si autoisolerà in linea con le linee guida sanitarie del governo. Sarà un numero significativo di persone provenienti da Colney, incluso l’intera prima squadra e il personale di coaching, nonché un numero minore di persone della nostra Hale End Academy”.

Stop a Ligue 1 e 2

La lega calcio professionisti francese (Lfp) ha annunciato in mattinata la sospensione della Ligue 1 e della Ligue 2 fino a nuovo avviso e con effetto immediato. Ciò significa che la 29esima giornata di L1 e L2, prevista in questo fine settimana, non sarà disputata. La Lfp è così venuta incontro alle richieste dell’Unfp, l’unione dei giocatori professionisti francese, che aveva espresso il desiderio di rinviare le competizioni. Ieri sera, il presidente Emmanuel Macron, ha annunciato in un discorso televisivo la chiusura da lunedì di tutte le scuole, chiedendo di “limitare gli assembramenti il più possibile” e di viaggiare “il minimo indispensabile”.

Anche la Bundesliga si ferma

Anche la Bundesliga si ferma per la pandemia del Covid-19. Il massimo campionato tedesco chiuderà i battenti da martedì prossimo almeno sino al 2 aprile. Ad annunciarlo, sul proprio profilo Twitter, la federcalcio tedesca.

Il pressing sull’Uefa

Martedì la Serie A guderà il pressing delle leghe europee nella riunione in video conference con Uefa, federazioni, rappresentanti dei club europei. Ceferin, n.1 della confederazione europea, era anche pronto a una soluzione estrema: sacrificare la natura mobile del torneo, così rischiosa, con tutti gli spostamenti di Paese in Paese che imponeva, affidando in extremis l’organizzazione dell’Euro alla Turchia, che pressa per ottenerlo. ma da ieri anche la Turchia ha chiuso gli stadi per i primi casi di contagio. Insomma, il Piano-B è naufragato prima ancora di prendere corpo. Cosa fare quindi? In caso non fosse possibile giocare il torneo questa estate, esistono tre possibilità per ricollocare la manifestazione in una data successiva a giugno. E nessuna offre certezze.

Rinvio all’autunno

La prima è di non cambiare l’anno, organizzando l’Europeo sempre 2020, ma in autunno: si studiano sia il mese di settembre, con inizio dei campionati a ottobre, sia novembre, quindi interrompendo i tornei nazionali (e le coppe Europee) regolarmente calendarizzati. Uno scenario non certo inverosimile, visto che nel 2020 i Mondiali si giocheranno a dicembre. Questa soluzione imporrebbe però di giocare gli spareggi – in programma a fine marzo ma quasi certamente destinati al rinvio – al più tardi a giugno. Col virus che ancora imperversa in tutta Europa, una vera corsa contro il tempo.

Estate 2021

Sarebbe la soluzione più naturale: posticipare l’Europeo di un anno, giocandolo per la prima volta in un anno dispari. Darebbe tutto il tempo necessario per disputare senza fretta gli spareggi mancanti e riorganizzare i calendari dei campionati nazionali. Stando così le cose non ci sarebbero contraddizioni. C’è però un ostacolo non secondario: dal 17 giugno al 4 luglio 2021 la Fifa ha fissato il debutto della nuova Coppa del Mondo per club: un torneo nuovo su cui la Fifa punta molto. E visti i rapporti conflittuali che ha con la Uefa, trovare un accordo per rinviare la manifestazione per far posto all’Europeo non è semplicissimo.

Scenario 2022

Nettamente l’ipotesi meno probabile. Ma forse la più suggestiva. Nel 2022 infatti è in programma il Mondiale di calcio in Qatar. Che, per motivi climatici, sarà però giocato a dicembre 2022. Evidentemente, le date estive sono più libere: è vero che i campionati dovranno iniziare prima per far posto alla sosta Mundal, ma potranno anche finire più tardi. E quindi ci potrebbe essere un margine per inserire un’edizione dell’Europeo di “recupero” nei mesi estivi, a ridosso della fine dei campionati. Magari trasformando il torneo in una strada alternativa per qualificarsi ai Mondiali invernali.

0 commenti su “Decisione per lo Stop agli ottavi di Champions e Europa League

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: