attualità MODA Senza categoria

Il meglio della seconda giornata della Milano Fashion Week

Spread the love

Quindici cose che hanno stupito, entusiasmato, sorpreso il popolo della moda che affolla Milano per la settimana delle sfilate primavera estate 2020. Dall’ospite vip-influencer che sta spopolando sui social all’accessorio must have, all’allestimento più suggestivo, ogni giorno vi raccontiamo quello che accade sulle passerelle, nei backstage, alle presentazioni e per le strade. Per divertirvi e mostrarvi in anteprima come ci truccheremo, pettineremo e vestiremo nella prossima stagione calda

er il secondo giorno di Milano moda donna primavera-estate 2020, vi abbiamo preparato la nostra personalissima lista del cuore. Sfilate, backstage, super top, vip, mostre e lo street style ci hanno ispirato per questo moodboard. Se volete essere sempre informati in tempo reale su quanto accade alle sfilate (e non solo) seguiteci sul nostro account IG

igorosamente grigio. Tre pezzi in Principe di Galles in tre variazioni: con gli short, con la gonna a tubino o con pantaloni ampi. Il tocco fashion? Le calze di filo maschili, la cravatta e un rossetto scuro mat.

La sposa painting mood

Moschino
Moschino

Indossato da Gigi Hadid questo abito sembra uscito da un quadro. Una meraviglia.

Flower mania

Fendi
Fendi

Prendete appunti: la stampa per la prossima primavera, mini, maxi, effetto vintage, è a fiori. Su borse, scarpe e abiti.

Un tram chiamato desiderio

MMissoni
MMissoni

La collezione viene presentata come momenti di vita quotidiana, con diversi protagonisti, di ogni età e ceto sociale, che salgono e scendono da un tram che attraversa la città, vestiti con capi M Missoni ma senza le
movenze tipiche delle passerelle. Che allegria! Brava Margherita Missoni.

L’influencer giapponese (da conoscere)

Naomi Watanabe
Naomi Watanabe

Si chiama Naomi Watanabe, ha 30 anni, abita nella Prefettura di Ibaraki, a nord di Tokyo, e su Instagram ha quasi 9 milioni di follower. Richiestissima durante le sfilate come vip d’eccezione, era nel front row di Fendi. In Giappone Naomi Watanabe è come Chiara Ferragni in Italia. La sua notorietà però non è legata esclusivamente alla moda, ma ha conquistato follower grazie alle sue imitazioni di pop star come Beyoncé e Lady Gaga. Teniamola d’occhio.

Il sandalo alla gladiatore

Vivetta
Vivetta

Sono tornati. O meglio sono diventati pezzi cult di stagione. Almeno un paio bisogna averlo nell’armadio.

Monogram

Herno
Herno

La H  diventa la protagonista di Herno Monogram, un tessuto ispirato agli anni ‘50 che rivive e si attualizza nel nuovo trend “logomania”. Il monogram diventa la base per la creazione di una serie di capi dedicati alla pioggia, nella versione in cotone jacquard con fondo beige e sequenze di H in color testa di moro o in nylon con H ton-sur-ton.

Il personaggio misterioso

ll suo sesso è da definire così come la nazionalità. Si chiama Checking Invoices,e su instagram è seguito da oltre 36mila follower. Sempre celato/a da tutine integrali stretch che nascondono totalmente il volto e il resto del corpo, Checking Invoices abbina al travestimento outfit che scavalcano il gender, prediligendo abiti femminili ma senza disdegnare capi maschili.

Fuseaux con ghette

Emilio Pucci
Emilio Pucci

Uno stile luxury active che rende omaggio alle modernissime silhouettes disegnate nei primi anni ‘60 dal marchese Pucci, che introdusse materiali elasticizzati sportivi e leggings dalle linee affusolate ed essenziali per esaltare facilità di movimento e dinamismo.

La mostra itinerante

Time capsule Milan, un viaggio attraverso la storia della Maison del lusso Louis Vuitton,tra innovazione e design. Viaggiando dal 1854 ad oggi, la storia viene raccontata mediante l’esposizione di rari e celebri oggetti, selezionati dagli archivi Louis Vuitton. La mostra vi aspetta in Piazzetta Reale.

Crea una sfilata

Fashion Show Quercetti
Fashion Show Quercetti

Un gioco per ricreare l’atmosfera delle sfilate. Per grandi e piccini, ora il sogno diventà realtà!

Rosso passione

Dsquared2
Dsquared2

Si chiama Key Bag, ha forme pulite ma decise che prescindono la stagionalità e ne fanno un oggetto iconico. Perfetta da giorno, da sera e per il tempo libero.

Artigianalità

Casadei
Casadei

Casadei lancia la sua Capsule Artigianale realizzata con EFI, Ethical Fashion Initiative, un programma dell’International Trade Center, una partneship tra le Nazioni Unite e il World Trade Organisation. EFI si occupa di moda etica, promuovendo il lavoro artigianale delle comunità in aree in via di sviluppo, connettendo grandi nomi del fashion system con realtà locali. In particolare, Casadei ha scelto di produrre una capsule “sartoriale” di nove modelli della collezione PE 2020 utilizzando dei tessuti lavorati al telaio da donne del Burkina Faso, Paese tra i più importanti produttori africani di cotone.

Nel backstage con Irina

Irina nel backstage di Moschino
Irina nel backstage di Moschino

Archiviati i dispiaceri amorosi, Irina Shayk è apparsa durante la Milano moda donna ancora più bella. E si conferma una tra le modelle più gettonate.

L’evento

Zanellato
Zanellato

 La Tenda Milano nell’ambito del programma La Tenda Experience Fashion and Art, ha scelto la postina di Zanellato, in versione baby per creare il modello Afar, un’edizione speciale che comprende 45 pezzi in 3 varianti colore che verranno vendute in esclusiva nella boutique di Via Solferino. Da collezione.

DI DONATELLA GENTA

fonte:https://d.repubblica.it/moda/2019/09/20/news/moda_bellezza_stilisti_sfilate_moda_donna_milano_eventi_moschino_fendi_baguette-4549284/

0 commenti su “Il meglio della seconda giornata della Milano Fashion Week

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: