cronaca HOME

Milano, alla Statale 35 mila euro per entrare a odontoiatria: Roberto Galazzo nei guai

Spread the love

Milano, alla Statale 35 mila euro per entrare a odontoiatria senza i test Video

Entrare a odontoiatria senza fare i test, ma pagando. Pagando anche una cifra consistente, 35 mila euro: è accaduto alla madre di una aspirante studentessa dell’Università Statale di Milano.

I soldi sarebbero stati versati in contanti a un (falso) professore che prima chiedeva degli acconti e poi il saldo finale per cifre veramente da capogiro. Il professionista, che lavora come dentista ma non è un docente della Statale, ha provato a difendersi: “Sono donazioni spontanee”. E’ tutto nel servizio di Giulio Golia de Le Iene.

L’ateneo di via Festa del Perdono, però, non ci sta: e precisa anzitutto che il test nazionale di ammissione a odontoiatria non è aggirabile da nessuno, primi tra tutti il personale dell’università. Inoltre Roberto Galazzo – l’autore della truffa così come raccontato da Le Iene – non è un docente né un collaboratore della Statale, università con cui ha avuto “rapporti di collaborazione professionale tra il 2002 e il 2004, per importi molto esigui”, si legge in una nota ufficiale.

“La Statale di Milano si considera parte lesa e ha quindi già dato mandato ai suoi legali per procedere ad una denuncia”, si legge ancora. E non è tutto: il rettore ha anche avviato un’approfondita indagine interna per ricostruire eveutali relazioni tra l’uomo e il personale dell’ateneo. Infine, la nota della Statale precisa che Galazzo è già “stato oggetto di segnalazione alla Procura da parte dell’Università Statale di Milano, segnalazione sulla quale, stante l’esistenza di un procedimento in corso, l’ateneo è tenuto al massimo riserbo”.

0 commenti su “Milano, alla Statale 35 mila euro per entrare a odontoiatria: Roberto Galazzo nei guai

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: