cronaca HOME

Esodo da bollino nero e incubo maltempo

Spread the love

Rischio di traffico molto intenso, soprattutto domani mattina, e possibili incolonnamenti: chi va in vacanza dovrà affrontare nubifragi e bombe d’acqua. Le previsioni meteo annunciano bollettini non incoraggianti per tutto il fine settimana


ROMA – Sarà caratterizzato dal maltempo il secondo fine settimana di esodo estivo. Oltre al rischio di trovare traffico molto intenso e possibili incolonnamenti sui 26mila chilometri di rete stradale nazionale, per i vacanzieri c’è anche la concreta possibilità di dover affrontare improvvisi nubifragi e bombe d’acqua durante il viaggio. Le previsioni meteo annunciano bollettini non incoraggianti per tutto il fine settimana, sul versante del traffico la maggiore criticità è segnalata per la mattinata di domani, indicata dall’Anas con il “bollino nero” soprattutto in direzione sud verso le località di mare.

Ma l’esodo agostano è cominciato già da oggi pomeriggio – indicato dall’Anas con il bollino rosso così come per sabato pomeriggio e domenica mattina – per gli spostamenti verso le località di villeggiatura in particolare lungo le dorsali adriatica, tirrenica e jonica, compreso l’itinerario E45 che collega i due versanti della penisola e ai valichi di confine in direzione di Francia, Slovenia e Croazia. Code ed incolonnamenti si sono registrate oggi su varie autostrade da nord a sud, nonostante lo stop dei mezzi pesanti fino alle 22 di oggi.
Divieto di circolazione in vigore anche domani dalle 8 alle 22 e domenica dalle 7 alle 22. Al Traforo del Monte Bianco si è verificata una coda in corrispondenza del piazzale italiano e di quello francese con tempi di attesa di circa 15 minuti. Anas ha messo a disposizione degli automobilisti tutte le informazioni sulla viabilità sul sito stradeanas.it alla sezione Info viabilità/Piani interventi (link http://www.stradeanas.it/it/piani-interventi) e attraverso i canali social corporate (Facebook.com/stradeanas e due account Twitter @stradeanas e @VAIstradeanas) seguendo l’hashtag #esodoestivo2018.

Ed anche il maltempo nel tardo pomeriggio ha cominciato a colpire il centro-sud: i Castelli Romani, Matera, Taranto, il Casertano e il Salento. Una bomba d’acqua si è abbattuta sui comuni dei Castelli vicino a Roma ed ha provocato molti allagamenti e la caduta di tanti alberi e rami. Un violento nubifragio, durato circa due ore, si è verificato a Matera, dove l’acqua, talmente alta, ha travolto anche i tavoli della centralissima piazza San Pietro Caveoso, nei rioni Sassi, provocando danni alle strutture di alcuni locali pubblici. Una tromba d’aria ha colpito nel pomeriggio i comuni casertani di Marcianise, Succivo, San Tammaro, e Gricignano d’Aversa. A Marcianise alcuni alberi secolari sono stati sradicati dalla furia del vento e si sono abbattuti sul tetto della Chiesa di Santa Veneranda con ingenti danni.

Una violenta ondata di maltempo si è abbattuta anche sulla costa ionica salentina: oltre alla pioggia battente una tromba d’aria ha fatto strage di alberi e pali della luce e della segnaletica stradale. Un ragazzo di 24 anni, che si trovava accanto ad un palo della luce divelto, è stato colpito da un fulmine ed è stato ricoverato in ospedale. Si chiama Manuel Antonio Cardone, è di Napoli, e non è in pericolo di vita. Si trovava in una strada allagata, via Dei Pionieri, mentre con gli amici e la fidanzata stava andando via dalla spiaggia a causa del violento nubifragio. Gli amici hanno sentito un boato e subito dopo hanno visto il giovane cadere a terra, svenuto.
Secondo i vigili del fuoco, potrebbe essere stato colpito direttamente dal fulmine, oppure il fulmine potrebbe aver colpito un palo dell’illuminazione che si trovava vicino al ragazzo, e che ha scaricato a terra l’energia elettrica che lo ha investito.
Segnalata inoltre la caduta di alberi sulla Strada Statale 274 Gallipoli – Santa Maria di Leuca. Le forti piogge hanno causato disagi anche a Torre Lapillo ed a Gallipoli. Una tromba d’aria è stata segnalata, inoltre, nelle campagne tra Taurisano e Ugento.

Un problema in meno prima di partire per le vacanze lo avranno i residenti a Modena che potranno usufruire di un innovativo servizio messo a disposizione gratuitamente da un centro commerciale: potranno affidare le proprio piante in quello che viene definito il  “primo grande garden resort’. Un servizio gratuito partito oggi ed attivo fino al 26 agosto.

0 commenti su “Esodo da bollino nero e incubo maltempo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: