cronaca HOME

ROMA: Roghi tossici a Roma, quattro arresti e diciannove indagati

Spread the love

Blitz nel campo nomadi di via di Salone: il gruppo si occupava di stoccare, incendiare e smaltire rifiuti, anche speciali, di cui in qualche caso curava anche il trasporto per conto di compiacenti ditte italiane


Quattro arresti e diciannove indagati: è il bilancio dell’operazione dei vigili scattata all’alba in relazione al traffico e allo smaltimento illecito dei rifiuti nel campo nomadi di via di Salone.

Le indagini condotte dal gruppo sicurezza pubblica emergenziale e dal comando generale sono iniziate nel febbraio 2017 a seguito delle numerose denunce, presentate dai residenti, nei confronti del fenomeno dei cosiddetti roghi tossici che, con cadenza pressochè quotidiana, si sviluppavano all’interno del campo.

Grazie alle attività tecniche di investigazione coordinate dal sostituto procuratore Desiree Digeronimo e del procuratore aggiunto Nunzia D’elia, i caschi bianchi hanno accertato l’esistenza di un sodalizio criminale all’interno del campo rom, che si occupava di stoccare, incendiare e smaltire rifiuti, anche speciali, di cui in qualche caso curava anche il trasporto per conto di compiacenti ditte italiane.

Su quest’ultimo aspetto sono ben 19 i nomi iscritti nel registro degli indagati, che dovranno rispondere di reati ambientali e smaltimento illecito di rifiuti. Sequestrati anche 5 furgoni in uso al sodalizio, un vero e proprio autoparco a disposizione del clan per svolgere i propri affari con intensa attività quotidiana.

Uno dei mezzi era munito di braccio meccanico per lo spostamento ed il trasporto di rifiuti particolarmente ingombranti e pesanti, come fusti di olii esausti e/o solventi o prodotti chimici.

0 commenti su “ROMA: Roghi tossici a Roma, quattro arresti e diciannove indagati

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: