cronaca HOME

Santi Casali (Pd) contro lo Stato Sociale: “Figli di papà: una vita in vacanza è un messaggio sbagliato”

Spread the love

Polemica sul progetto comunale Neet per i giovani disoccupati che coinvolge anche la band


BOLOGNA In un modo o nell’altro, lo Stato Sociale fa sempre discutere: stavolta la band è finita nel mirino di una consigliera comunale del Pd di Bologna, Raffaella Santi Casali, che critica il coinvolgimento del gruppo musicale in un progetto del Comune dedicato ai “Neet”, i giovani tra i 18 e i 25 anni che non studiano e non lavorano.

Si tratta del progetto “we neet you”, nell’ambito del quale alcuni dei ragazzi coinvolti hanno intervistato il cantante de lo Stato Sociale, Lodo Guenzi. “La cosa che  risponderebbe un qualsiasi ospite più o meno liberista di una trasmissione da Rai3 a La7, anche intelligente, – ha risposto il cantautore –  è “pero’ vedi che sei hai le idee, se sei creativo, se ti inventi delle cose, delle strade ci sono”. Il punto è che il sistema non può essere fatto per essere ‘fregato’ dalle eccellenze, le eccellenze devono essere delle eccezioni”.
Aggiunge Guenzi: “non è che se uno non ha un talento straordinario, non è tanto creativo, non ha un’idea che nessuno ha avuto prima non merita di vivere dignitosamente e sentirsi realizzato dal suo lavoro. Noi ci siamo inventati lo Stato Sociale e adesso campiamo di questa cosa, perchè è una roba che capita una volta ogni tanto”.
Per Guenzi, al contrario, “il piano Interessante è la profonda coscienza che tutti quelli che si trovano in quella situazione, se sono insieme creano un problema al sistema”.

Santi Casali, però, non apprezza.  “Sono ragazzi di ottima famiglia, nella maggior parte dei casi consistentemente foraggiati da genitori con ottime possibilità economiche, che ora hanno trovato un buono spazio”. Di conseguenza, non è il massimo che siano loro a rivolgersi ai “neet”, i quali innanzitutto devono “capire che la vita è nelle loro mani e che senza fatica non si fa niente”.

Ai ragazzi “quello che arriva di più è il subliminale”, continua Santi Casali, di conseguenza preoccupata per il messaggio a suo dire lanciato da musicisti che “sfondano con una canzone in cui si parla di stare una vita in vacanza”, perchè intorno “tutti gli altri lavorano”.

0 commenti su “Santi Casali (Pd) contro lo Stato Sociale: “Figli di papà: una vita in vacanza è un messaggio sbagliato”

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: