cronaca HOME

Bologna, lui 17 anni e lei 13: ricatti hard in chat, condannati a 4 anni e mezzo

Spread the love

Condanna esemplare per violenza sessuale dal Tribunale dei minori


Un ragazzo di 17 anni punito per le minacce a sfondo hard sui social “Mandami altre foto o pubblico tutto”: quattro anni e mezzo di reclusione dal Tribunale dei Minori di Bologna. Una pena particolarmente severa.

I due si erano conosciuti in un social e poi avevano iniziato a chattare sui numeri privati.  Poi il ragazzo aveva iniziato a chiederle foto che la ritraevano in costume da bagno o in intimo e lei aveva deciso di non rispondere più ai messaggi. A quel punto il ragazzo è passato alle minacce, dicendo che avrebbe creato delle chat a sfondo pornografico usando il numero di telefono di lei. E che poi avrebbe pubblicato dei filmati dicendo che erano della ragazzina, anche se non era vero. La vittima allora lo ha accontentato, ma il ricatto non è finito e il condannato le ha chiesto immagini sempre più hard.

La vicenda si è trasformata in un incubo per la ragazzina addirittura vicina a ompiere gesti di autolesionismo e a pensare al suicidio. Fin quando la madre non ha capito, è riuscita a farsi raccontare la storia e a denunciare. Il ragazzo ha confessato tutto ai carabinieri ed è stato condannato per violenza sessuale.

0 commenti su “Bologna, lui 17 anni e lei 13: ricatti hard in chat, condannati a 4 anni e mezzo

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: