0
    47

    Cassino. Ha fatto crescere la sua famiglia in un clima di terrore. Lui, 50enne, ha addirittura segregato la moglie in casa impedendole di uscire, costringendola a rimanere a letto per un’intera settimana. Grazie all’aiuto della figlia più grande, messa al corrente di tutto tramite la sorella più giovane, la donna è riuscita a scappare dal suo aguzzino che per anni l’ha malmenata in ogni modo. Il delirio nei giorni successivi alla fuga da casa della moglie, si è fatto sempre più pressante nel riscontrare che la donna era sparita sottraendosi al suo instancabile e maniacale controllo. Per la furia, l’uomo ha distrutto un intero appartamento che successivamente ha anche preso fuoco; non potendo più alloggiare in quel luogo ormai totalmente distrutto, ha deciso di prendere una camera in un albergo del cassinate, e con la scusa di essere un cliente, ha tentato di forzare un armadietto. L’uomo viene arrestato. Convalidato l’arresto, il giorno successivo viene sottoposto alla Misura Cautelare del Divieto di Ritorno a Cassino, ma nonostante ciò, ha continuato a incutere terrore, stavolta alla figlia maggiore minacciandola allo scopo di riuscire a sapere dove si trovi la moglie ma la figlia, coraggiosa e determinata a porre fine ai maltrattamenti, lo ha denunciato. È stata eseguita questa mattina la Misura Cautelare in carcere.

    Rispondi

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.